Ma le tasse non dovevano diminuire? Invece siamo al record! Salvini, se ci sei batti un colpo (bisogna smetterla di usare i migranti come specchietto per le allodole, “dimenticandosi apposta” dell’economia…).

La CGIA di Mestre è implacabile: analizza in modo indipendente tutti i dati statali soprattutto fiscali, spiegando i meccanismi non chiariti da nessun media, guarda caso. Dunque detta CGIA ci conferma che nel 2019 la pressione fiscale è salita. E quel che è peggio è DESTINATA A SALIRE! Si parla di ulteriori 33 miliardi da trovare entro il prossimo anno, 33 miliardi di euro! In bocca al lupo agli italiani, che ancora pensano che le tasse scenderanno, perchè qualcuno glielo fa credere…

Dunque, tradotto, i leghisti se non ci dicono balle quanto meno ci nascondono troppe cose importanti, purtroppo. Però soddisfano la pancia italica coi migranti, ne entreranno pochissimi, statene certi. E il gradimento di Salvini infatti sale, come le tasse. Appunto, purtroppo però le tasse aumentano e aumenteranno. Ed in più, si noti, saliranno anche le tariffe, ossia quei costi che non si possono evitare, le autostrade (sempre loro), l’elettricità, il gas, attendiamo a bene le assicurazioni, immancabili ecc.

Ossia l’Italia sta diventando più povera, ad una velocità impressionante. Ma sembra essere – per ora – soddisfatta, di avere un Uomo forte al comando, che blocca i migranti, l’Uomo della Provvidenza con il Rosario come scudo. Non che mi stupisca, sabato sentivo Tsipras arringare le folle greche affermando che se non verrà eletto andranno persi tutti i successi della sua politica (successi? Ma se la società Greca è in ginocchio, essendosi piegata all’EU in modo addirittura disonorevole….). Vi ricorda qualcosa? Se volete vi aggiungo che il candidato alternativo di destra greca, il candidato di ND, che poi ha vinto ieri è lo stesso che governò il paese durante il collasso economico, quando si dice premiare il merito anche ad Atene… Da ridere, per non piangere, lo stesso ha promesso ai greci di fare l’unica cosa buona che Tsipras evitò, le privatizzazioni delle grandi aziende elleniche rimaste, dopo essersi fatti espropriare anche gli aeroporti da aziende statali tedesche…. Sono sicuro che adesso ci siete arrivati, vi ricorda sicuramente qualcosa…

Il realtà Salvini sta provocando la colazione di governo, ossia sta cercando la scusa per fare cadere il governo e fare il Renzusconi (entro il 20.7.2019)

Eh si, è triste che purtroppo Salvini tenda a comportarsi come Tsipras, ormai sta nelle carte. A meno di dimettersi magari per colpa delle troppo ONG che arrivano sulle coste del sud (per sua colpa per altro, ne parleremo in un altro intervento, a breve giro), “impossibilitato a difendere il Paese a causa della magistratura”, magari lasciando spazio ad un temporaneo governo tecnico mentre lui se ne va al Parlamento EU. Speriamo non succeda, ben inteso.

Sappiate solo che si parla già di ulteriori 33 miliardi di euro di tasse da trovare entro il prossimo anno, ripeto, 33 miliardi di euro! In bocca al lupo agli italiani, che ancora pensano che le tasse scenderanno…




Record su record, ma di quei record che nessuno vorrebbe…

La cosa terribile però sta nel metodo: il calcolo del 48% di pressione fiscale viene calcolato – come spiega la CGIA – usando il valore ISTAT dell’economia sommersa, che stima nel 12,4% l’economia grigia italiana. Da ciò si ricava il 48%, ossia usando la pressione fiscale reale su PIL comprensivo dell’economia sommersa (ossia riproporzionando l’aliquota su chi le tasse le paga [42.1%/(100%-12.4%)]).*

Una pressione fiscale da urlo.

Come vedete la situazione non è rosea per l’Italia, le sfide economiche che si stagliano innanzi agli italiani sono immani. Ma nessuno ne parla, tutti invece parlano di migranti, tacendo ad esempio la mini-manovra di 6,2 mld di euro di tasse imposta agli italiani di 10 giorni fa, nel silenzio generale.

La notizia meno battuta dai giornali…

Scommetto che Salvini farà cadere il governo a breve, per tirare il barattolo un po’ più in là. Il problema di Salvini è lo spread: è sceso, dunque se l’Uomo della Provvidenza, un vero esperto nel dare la colpa agli altri anche dei suoi errori (ne parleremo a breve), farà cadere il governo, lo spread risalirà se non farà quello che vuole l’EU, per colpa sua. Infatti Salvini non se ne è accorto ma è nell’angolo, quando si dice non avere spessore (sigh).

Ecco i dettagli della manovra correttiva fantasma: 6.24 mld EUR di nuove tasse (ma non ci hanno detto chi le pagherà, tanto faranno cadere il governo a breve?) Ahi…

A Bruxelles evidentemente sono più furbi del Matteo leghista, ormai lo stanno costringendo allo scoperto.

Faccio per altro presente che se cade il governo gialloverde, Matteo Renzi tornerà comunque al governo: infatti se il M5S dovesse fare una alleanza col PD lui uscirà dall’ex partito comunista, che ormai da multimilionario gli va stretto, facendo il renzusconi assieme a  lega, Fratelli d’Italia, Forza Italia e Cavaliere (memento che al Senato c’è il proporzionale). Se invece Salvini farà cadere il governo, anche andando alle elezioni probabilmente serviranno i suoi voti per avere la maggioranza assoluta.

Dunque il vero vincitore sarà – temo – l’ex sindaco di Firenze, che essendo molto più intelligente di Salvini lo sta fregando, piano piano (Renzi ha buoni consulenti, Salvini – non essendo abituato a valorizzare il merito, per cultura – ha dei “ridotti” in posti chiave).

In bocca al lupo (e godetevi questa estate, sarà l’ultima spensierata per un lungo periodo).

Chi scrive resta convinto che non esiste alternativa d una uscita “hard” dall’euro, si paga qualcosa subito e ci si toglie il dente. Come la Brexit… Rinnegare l’ITALEXIT da parte della Lega è stato un vero tradimento, ve ne accorgerete a breve, temo…

Mitt Dolcino


*Si noti che l’economia sommersa italiana al 12,4% non è lontana a quella della germania, poco sotto all 11%

Please follow and like us:
error