La Rackete, solo ai domiciliari dopo reati da 25 anni di carcere. Così gli italiani, distratti, la prossima settimana avranno più tasse EUropee (stanno prendendo per il culo?)

Cercherò di restare fattuale, nonostante lo scandalo di voler far accettare da parte di parlamentari della Repubblica che gente in Italia commetta impunemente reati andando contro la legge, come nel caso della ONG Sea Watch. Una specie di golpe.

Leggi tutto “La Rackete, solo ai domiciliari dopo reati da 25 anni di carcere. Così gli italiani, distratti, la prossima settimana avranno più tasse EUropee (stanno prendendo per il culo?)”

Please follow and like us:
error

Brexit senza accordo. L’UE perderebbe un milione di posti di lavoro e 228 miliardi di sterline

Uno studio pubblicato oggi avverte che l’UE perderebbe oltre un milione di posti di lavoro se la Gran Bretagna optasse per una Brexit senza accordo

Redazione: lo studio che presentiamo è serio e coraggioso nell’indicare i danni generati alle industrie e ai paesi dell’UE da una Brexit senza accordo.

Ma è decisamente di parte (visto anche il committente) quando parla dei presunti danni all’economia inglese, che altri studi ritengono pressoché inesistenti e comunque superabili da accordi bilaterali, come ad esempio quello offerto dal Presidente Trump.

Crediamo che il Presidente Macron e il Sig. Barnier farebbero meglio a cospargersi il capo di cenere e a cercare un nuovo accordo con il futuro PM (quasi certamente Boris Johnson), meno penalizzante rispetto a quello concluso dalla May, che non casualmente è stato ripetutamente respinto dal Parlamento britannco.

Leggi tutto “Brexit senza accordo. L’UE perderebbe un milione di posti di lavoro e 228 miliardi di sterline”
Please follow and like us:
error

L’EU rende operativa la piattaforma INSTEX per far affari con l’Iran aggirando l’embargo USA (ossia in alternativa allo SWIFT, che ha detenuto centinaia di miliardi di bond americani, …). Gli USA obbligati a rispondere

Rendiamoci conto dei fatti: gli USA hanno un solo obiettivo (economico) primario: mantenere l’impero del dollaro, questione di sicurezza economica (che viene addirittura prima di quella militare). Per mantenere il privilegio di avere la valuta di riserva globale- che permette di scambiare carta verdastra per preziosi beni fisici –  il dollaro deve rimanere il primario mezzo di pagamento mondiale, punto.

Leggi tutto “L’EU rende operativa la piattaforma INSTEX per far affari con l’Iran aggirando l’embargo USA (ossia in alternativa allo SWIFT, che ha detenuto centinaia di miliardi di bond americani, …). Gli USA obbligati a rispondere”

Please follow and like us:
error

Qualunque cosa possiate pensare, non leggete quest’articolo se credete che un accordo commerciale sia in arrivo

Redazione: leggiamo spesso commenti speranzosi sulla possibilità di un accordo commerciale cino-statunitense.

L’articolo che presentiamo, redatto da un centro-studi di notevole prestigio, è su posizioni assolutamente negazioniste e ci ha colpito per la sua perentorietà.

Lo pubblichiamo asetticamente, a scopo informativo, senza alcun concorso da parte nostra, in particolare nelle note conclusive.

Leggi tutto “Qualunque cosa possiate pensare, non leggete quest’articolo se credete che un accordo commerciale sia in arrivo”
Please follow and like us:
error

Angela Merkel colta da forti tremori per la seconda volta in meno di due settimane

Redazione: abbiamo a volte la sensazione di assistere in diretta alla “fine dell’impero” europeo. Gli attacchi di Trump da oltreoceano, la Brexit, la crisi italiana, il duro scontro con la Svizzera.

Ma anche i problemi ad Est e nel Medio Oriente, la crisi dell’economia e del sistema bancario tedesco (che rischiano di rovesciarsi su tutta l’Europa), l’Africa che abbandona il Cfa (con effetti drammatici sulla Francia), la prossima “botta inflazionistica”, l’Asia che preme ai confini, la drammatica crisi demografica e il tentativo di sostituzione del popolo europeo  ……

Leggi tutto “Angela Merkel colta da forti tremori per la seconda volta in meno di due settimane”
Please follow and like us:
error

Per i prossimi 10 anni almeno NON cambierò la mia automobile, morirà di vecchiaia: troppe incertezze normative. E troppo inquinanti sono le auto elettriche, eticamente non mi sento di avallarle

Agli amici che mi chiedono,sapendo i compiti fatti a casa, se l’auto eletrrica va comprata la mia risposta è sempre la stessa: troppo fumus per capure la realtà delle cose, dunque io la mia auto non la cambio

Fortunatamente ho solo Euro6, dunque per 10 anni sono a posto, poi dal 2030 si vedrà. Durante questo periodo mi limiterò a fare la manutenzione. E nemmeno dal concessionario ufficiale, tanto l’auto dopo 10 anni sarà invendibile, dunque tanto vale risparmiare andando da un meccanico “no label”.

Leggi tutto “Per i prossimi 10 anni almeno NON cambierò la mia automobile, morirà di vecchiaia: troppe incertezze normative. E troppo inquinanti sono le auto elettriche, eticamente non mi sento di avallarle”

Please follow and like us:
error

E se il braccio di ferro con la Sea Watch fosse un’arma di distrazione di massa? Gli arrivi a Giugno di clandestini sono centinaia, in Italia… (nel mentre Salvini in silenzio tratta con l’EU e le tasse in Italia salgono)

Che Salvini tratti con l’EU è positivo, anzi, sempre che non ceda su tutta la linea comefu  col deficit al 2,04% della manovra 2019. Certo, se le tasse dovessero alzarsi ulteriormente le cose andrebbero malissimo. Ora, ragioniamo sui fatti: la pressione fiscale è in salita, lo dice l’ISTAT nel Conto delle Amministrazioni pubbliche del primo trimestre 2019 (vedasi oltre e QUI). Ossia, tutta la propaganda sulle tasse basse richia di essere un mero slogan, per forviare: flat tax, migranti, “non ci piegheremo all’EUropa” servono per tenere la gente tranquilla, in realtà le tasse salgono e dunque il cercare di mettersi d’accordo con l’EU diventa questione sinistra.

Leggi tutto “E se il braccio di ferro con la Sea Watch fosse un’arma di distrazione di massa? Gli arrivi a Giugno di clandestini sono centinaia, in Italia… (nel mentre Salvini in silenzio tratta con l’EU e le tasse in Italia salgono)”

Please follow and like us:
error

L’Europa non ammetterà mai che stanno arrivando i Minibot

Redazione: il sovranismo anglosassone è da sempre sostenitore del Governo giallo-verde. Quest’articolo ne è un esempio.

Noi siamo al riguardo più prudenti e a volte anche un po’ scettici ma tant’è, quest’analisi di Tom Luongo è in alcuni passaggi interessantissima e per qualche verso ci ha colpito.

L’autore ritiene che i Minibot siano la “chiave di volta” per la caduta dell’eurozona ed ammette comunque che saranno cambiati con uno “sconto” rispetto all’euro, che noi pensiamo possa essere, se del caso, del 25-30%.

Non rigettiamo quest’analisi, ma crediamo che assieme ad essa possano essercene delle altre — pensiamo soprattutto ad una “botta inflazionistica” come conseguenza delle vicende iraniane.

Leggi tutto “L’Europa non ammetterà mai che stanno arrivando i Minibot”
Please follow and like us:
error

Mistero su nuove foto fatte durante l’ 11/9 con una macchinetta fotografica commerciale, ritrovate per caso in un mobile messo all’asta: strani colori, spettrali. Puntualità impressionante

A cosa bella delle foto ritrovate sono la chiarezza. E la fonte, una piccola macchina fotografica, di quelle che si potevano comprare da WalMart. Immagini toccanti, che per la sua gravità e per il profondo senso di devastazione che emanano, ricordano addirittura devastazioni di guerra. Immagini trovate per caso dentro un CD-ROM lasciato in un mobile usato ed arrivato casualmente a due archivisti (gli archivisti Jason Scott e Johnathan Burgess, sono un documento importante per capire com’era Ground Zero all’indomani degli attentati dell’11 settembre 2001, ndr).

Leggi tutto “Mistero su nuove foto fatte durante l’ 11/9 con una macchinetta fotografica commerciale, ritrovate per caso in un mobile messo all’asta: strani colori, spettrali. Puntualità impressionante”

Please follow and like us:
error

Fattuale: merito del M5S che l’EU ha aumentato il contributo alla TAV, al 55%. Se era per la Lega si faceva subito senza dire nulla, rinunciando a più contributi…. La propaganda interessata ci sta uccidendo!

Solo i fatti ci possono salvare, è indubbio, valutandoli con freddezza e per quello che sono. La TAV dice molto in riguardo, facendoci ben capire i rischi della propaganda mediatica, che non vuole farci capire la realtà, appunto, dei fatti.

Dunque, abbiamo dato la colpa al M5S di non avere voluto la TAV, pur dopo aver dimostrato conti alla mano grazie al più grande esperto italiano in materia di valutazione grandi progetti che tale opera non è sostenibile, anzi sarà in perdita, opera fallimentare utile per fini che probabilmente non ci hanno detto (…). Ripeto, ragionamento fattuale. Or dunque, ugualmente fattuale è che l’EU si è detta oggi disposta – comunicandolo ufficialmente – ad aumentare le sovvenzioni  comunitarie al progetto, per farlo terminar (dal 40% al 55%, ossia almeno 1 miliardo di euro regalato): di chi è il merito di questa nuova sovvenzione, di Salvini che ha lanciato strali ai grillini per aver bloccato il progetto,  lui che voleva farla subito la TAV? O dei grillini che hanno costretto l’EU, pur di fare il progetto, a mettere le mani al portafoglio? Ditemi per favore…

Leggi tutto “Fattuale: merito del M5S che l’EU ha aumentato il contributo alla TAV, al 55%. Se era per la Lega si faceva subito senza dire nulla, rinunciando a più contributi…. La propaganda interessata ci sta uccidendo!”

Please follow and like us:
error