Apologia della povertà

Non c’è nulla di progressista nell’invito dei Verdi a rovesciare il capitalismo

Fraser Myers per spiked on-line

I protestatari del cambiamento climatico, “Extinction Rebellion”, hanno trascorso la settimana a bloccare le strade di Londra inscenando simulazioni di persone morte, incollandosi ai treni, arrampicandosi sugli autobus e persino incatenandosi alla casa del leader laburista Jeremy Corbyn.

L’obiettivo degli attivisti è di provocare il massimo disagio e di farsi arrestare per attirare l’attenzione sui cambiamenti climatici. I leader della protesta affermano che l’umanità andrà verso l’estinzione a meno che le emissioni di anidride carbonica non vengano ridotte a zero entro il 2025.

Leggi tutto “Apologia della povertà”
Please follow and like us:

Roberto Dagostino getta la bomba: Dopo le elezioni EU il governo cadrà ed arriverà un tecnico (a fare l’imposta patrimoniale pagata dalle famiglie italiane, ndr). Una prospettiva imbarazzante

Roberto Dagostino, patron di Dagospia, normalmente informatissimo, ieri ha fatto affermazioni pesantissime addirittura su Italiaoggi, ossia ad uno dei quotidiani economici più rinomati d’Italia (non su Dagospia!). Parlando addirittura di economia. In sostanza il giornalista romano – verrebbe da dire troppo ben informato per fare solo il giornalista – ha affermato che se dopo le elezioni Europee se il M5S scenderà sotto il 20%, il Governo gialloverde cadrà e dunque arriverà un tecnico a fare un’imposta patrimoniale monstre a carico delle famiglie, per – aggiungo io – un valore pari anche a circa il 10% della ricchezza netta delle famiglie (il numero è aggiunto, sulla base di indicazioni passate simulate da vari enti tedeschi e francesi). O qualcosa del genere.

Leggi tutto “Roberto Dagostino getta la bomba: Dopo le elezioni EU il governo cadrà ed arriverà un tecnico (a fare l’imposta patrimoniale pagata dalle famiglie italiane, ndr). Una prospettiva imbarazzante”

Please follow and like us:

Un possibile successore del Papa afferma che l’immigrazione di massa va considerata per quella che è, un’invasione che porterà all’estinzione dell’Europa se non verrà fermata per tempo

I circoli tradizionalisti sperano che Robert Sarah – un Cardinale africano che funge da Capo dell’Ufficio Liturgico del Vaticano – possa riuscire un giorno a succedere a Papa Francesco.

Coloro che cercano di usare la Bibbia per promuovere migrazioni selvagge stanno appoggiandosi ad una “falsa” interpretazione delle Scritture, ha detto il Cardinale Sarah in un’intervista alla rivista francese Valeurs Actuelles.

Leggi tutto “Un possibile successore del Papa afferma che l’immigrazione di massa va considerata per quella che è, un’invasione che porterà all’estinzione dell’Europa se non verrà fermata per tempo”
Please follow and like us:

Cosa c’è dietro Greta Thunberg, la bambina asperger che apparentemente “lotta contro i cambiamenti climatici”. Ossia, a favore di chi sta combattendo Greta? Per quali interessi?

Vorrei darvi una chiave di lettura che ritengo efficace per comprendere il fenomeno Greta Thunberg, la giovane supporter del clima amico, in pillole. Ben ricordando che nelle prossime elezioni EU le sinistre, che sponsorizzano l’EU, sono state sostituite dai partiti ambientalisti, contro i sovranisti.

Leggi tutto “Cosa c’è dietro Greta Thunberg, la bambina asperger che apparentemente “lotta contro i cambiamenti climatici”. Ossia, a favore di chi sta combattendo Greta? Per quali interessi?”

Please follow and like us:

Il cuore in cenere


Redazione: Non vogliamo proporre un nostro pensiero definitivo perché crediamo che ci sia ancora troppa nebbia. Ma presteremo molta attenzione a questa vicenda, pronti ad intervenire quando avremo notizie più certe.

In segno di dolore e di rispetto ci limitiamo a proporre le prime pagine di alcuni quotidiani, preferendo lasciare ai nostri lettori eventuali commenti.

In un momento così concitato, ci sembra che stiano comunque emergendo tre linee di pensiero:

Leggi tutto “Il cuore in cenere”
Please follow and like us:

La crisi libica è una minaccia per il prezzo del petrolio. Emmanuel Macron sta giocando con il fuoco

Emmanuel Macron affiancato dal Primo Ministro libico Fayez al-Sarraj e dal Generale Khalifa Haftar

Ambrose Evans-Pritchard per The Telegraph

L’Italia e la Francia sono ai ferri corti, poste su fronti opposti nella battaglia per il controllo della Libia e dei giacimenti petroliferi dell’Alto Sahara.

Sono venuti alla luce dei dettagli sorprendenti sul Presidente francese Emmanuel Macron, che ha appoggiato segretamente la campagna militare per rovesciare il Governo di Tripoli (appoggiato dall’ONU) alla vigilia della Conferenza Internazionale di Pace, collaborando infine con Russia e Arabia Saudita contro il consenso globale.

Facendosi beffe, oltretutto, delle Istituzioni di politica estera dell’UE.

Leggi tutto “La crisi libica è una minaccia per il prezzo del petrolio. Emmanuel Macron sta giocando con il fuoco”
Please follow and like us:

La nullità strategica di Salvini et al. ipoteca il futuro dell’Italia? Guardiamo ai fatti per comprendere i danni potenziali

Ci si è dimenticati di un’idea felice???

E’ vero che la sinistra – rappresentata da Matteo Renzi e soprattutto da Enrico Letta – non sembra un’alternativa utile per il paese. Non perché tali giovani politici arrivino dalle fila del PD, quanto perché il loro operato – fattualmente – sembra sia stato finalizzato a favorire gli interessi di altri paesi (stranieri, nell’EU) piuttosto che il bene nazionale.

Leggi tutto “La nullità strategica di Salvini et al. ipoteca il futuro dell’Italia? Guardiamo ai fatti per comprendere i danni potenziali”
Please follow and like us:

L’arresto di Julian Assange è solo teatro

Assange e il segno di riconoscimento massonico mentre viene arrestato

Redazione: Sarà per la Pasqua che si avvicina, ma descrivere Julian Assange come una specie di cyber-cristo crocifisso, come qualcuno lo ha pur definito, è francamente inaccettabile.

Non possiamo nemmeno accettare che il presunto “arresto” sia da considerarsi come un attacco alla libertà di stampa. Al contrario, è proprio la storia di Wikileaks ad esserlo, perché esempio eclatante di manipolazione mediatica.

Prendiamo atto, a leggere l’articolo, che questa brutta fiction abbia avuto origine nella CIA globalista del Presidente Obama e che possa trovare la sua fine (che ci auguriamo, senza illuderci, che possa essere breve) nell’ambito della presidenza sovranista di Donald Trump.

Leggi tutto “L’arresto di Julian Assange è solo teatro”
Please follow and like us:

L’Arabia Saudita sta finanziando Haftar perché conquisti l’intera Libia

A supporto di Khalifa Haftar c’è innanzitutto l’Arabia Saudita, di conseguenza anche gli Stati Uniti d’America?

—————————–

Tyler Durden per Zero Hedge

“Haftar oggi non farebbe nemmeno parte del gioco senza il sostegno straniero”, ha detto un esperto di affari libici al Wall Street Journal, in un nuovo e lungo profilo del Gen. Khalifa Haftar da Bengasi, il cui Esercito Nazionale Libico (LNA) è avanzato questa settimana su Tripoli.

Nel consolidare il suo potere su gran parte della devastata parte orientale del paese – ma nell’ultimo anno ha guadagnato notevolmente anche a Sud – il Gen. Haftar ha sempre potuto godere del sostegno politico di un improbabile assortimento di potenti paesi, che include gli Emirati Arabi Uniti, l’Egitto, la Francia e la Russia.

Leggi tutto “L’Arabia Saudita sta finanziando Haftar perché conquisti l’intera Libia”

Please follow and like us:

Gli Italiani si accollano il debito di Roma: 12 miliardi di euro! 12! Una manovra correttiva! Attendiamo che Salvini mantenga la promessa di spostare i ministeri dalla Capitale

Avete letto bene: il debito di Roma, 12 miliardi, verrà pagato con le tasse di tutti gli italiani. Quando ho letto il numero intero, con tutti gli zeri, non ci volevo credere. Io, nordista, ho subito chiamato un amico Siculo, poi uno Calabrese, poi un Molisano. Anche loro increduli. Il Siciliano, la cui vena ironica è innata, mi ha anche fatto ridere: pensava fossero almeno 15…

Leggi tutto “Gli Italiani si accollano il debito di Roma: 12 miliardi di euro! 12! Una manovra correttiva! Attendiamo che Salvini mantenga la promessa di spostare i ministeri dalla Capitale”

Please follow and like us: