Salvini a Biella, lo scorso week end: “Domanda: la Lega pensa ad un’alleanza con il Partito Popolare Europeo (PPE) dopo le elezioni del 26 maggio? Risposta: «Ci spero”. Cosa c’è che non torna?

In realtà, per completezza, Salvini ha aggiunto, a quanto sopra “Intanto faccio i migliori auguri agli amici spagnoli, che portino il vento del cambiamento anche a Madrid“. Certo, una abbraccio di sfiga da fare tremare le gambe, visto che in Spagna sono andati al potere le sinistre filo-EUropee.

Spiegatemi per favore, temo di non capire: Salvini il populista dice che spera in un accordo con il PPE al Parlamento EUropeo. Per far cosa? Per cambiare l’EU dal di dentro? Dentro il PPE? Che è quello che governa l’EU? Quello di Schauble insomma…

Leggi tutto “Salvini a Biella, lo scorso week end: “Domanda: la Lega pensa ad un’alleanza con il Partito Popolare Europeo (PPE) dopo le elezioni del 26 maggio? Risposta: «Ci spero”. Cosa c’è che non torna?”

Please follow and like us:
error

La dura lezione spagnola: la sinistra vince e governa con Podemos (i partiti sovranisti diventano alleati di quelli tradizionali). Ossia, a maggio prossimo la maggioranza al Parlamento EU non cambierà !

MADRID 30 03 2016 Pedro Sanchez PSOE y Pablo Iglesias Podemos durante la reunion que han mantenido hoy en el Congreso de los Diputados

Pochi hanno avuto l’ardore di dichiarare la realtà dei fatti agli italiani: la Spagna, quella dei partiti in provetta Ciudadanos e Podemos, destra e sinistra ri-confezionati con etichetta sovranista, con la recente tornata elettorale ha potenziato l’EUropa, non l’ha indebolita. Infatti due partiti supposti sovranisti sono diventati alleati della destra e della sinistra storiche, andando al potere, uno per lo meno (questa volta). Dunque la maggioranza pro-EU alle prossime elezioni di maggio 2019 NON verrà cambiata, chi dice il contrario è un bugiardo (non ho detto Salvini, …).

Leggi tutto “La dura lezione spagnola: la sinistra vince e governa con Podemos (i partiti sovranisti diventano alleati di quelli tradizionali). Ossia, a maggio prossimo la maggioranza al Parlamento EU non cambierà !”

Please follow and like us:
error

Grandi Proteste e Crisi Politica in Albania


Il reddito finanziario delle attività legate alla cannabis è stimato in 5 miliardi di euro, la metà del PIL del paese

Dr. Ana L. Scheer per Off Guardian

La Penisola Balcanica è conosciuta come il “barile di polvere da sparo” del Continente Europeo. In Albania questo “barile” esplode abbastanza spesso a causa dei frequenti conflitti politici.

Se per gli osservatori stranieri la continua crisi politica in questo paese è assurda, per il popolo albanese è invece una dura realtà che lo colpisce socialmente ed economicamente.  Mette a repentaglio anche l’integrazione del paese nell’Unione Europea.

Cosa sta succedendo in Albania? Perché il “barile di polvere da sparo” è esploso di nuovo? Perché gli albanesi temono che questo conflitto politico possa degenerare in un conflitto civile?

Leggi tutto “Grandi Proteste e Crisi Politica in Albania”
Please follow and like us:
error

Ecco cosa spero succeda alle prossime elezioni: che la Lega non stravinca e che il M5S non perda troppi voti. Unico modo per evitare sia il Renzusconi che Draghi

Molti mi hanno chiesto perchè stia picchiando sulla Lega e apparentemente meno sul M5S. La riposta è semplice: la Lega l’ultima volta l’ho votata, il M5S no. Per altro non posso fare a meno di rilevare come che i grillini siano tendenzialmente onesti sebbene si siano lasciati trascinare nel mare magnum del potere romano, cadendo in stupidi tranelli. Ma i contenuti li ho visti, eccome.  E li rigrazio. La preparazione invece, no, non l’ho sempre vista, men che meno la strategia soprattutto economica.

Leggi tutto “Ecco cosa spero succeda alle prossime elezioni: che la Lega non stravinca e che il M5S non perda troppi voti. Unico modo per evitare sia il Renzusconi che Draghi”

Please follow and like us:
error

Il morbillo uccide alcune persone ogni anno in Italia (4 o 5 nel 2017) e si fa un baccano enorme. La TBC, che sta esplodendo dal 2015, ne fa oltre 300 e tutti tacciono. Perchè?

Io sono interessato a relativamente pochi argomenti: la salute e le sue bufale, le (encore) bufale ambientali e la geoeconomia. Tutti aspetti molto “collegati”, direi. Oggi vorrei evidenziare con i fatti un aspetto molto preoccupante: l’esplosione del numero di casi di turbecolosi (TBC) in Italia dal 2015 in avanti.

Leggi tutto “Il morbillo uccide alcune persone ogni anno in Italia (4 o 5 nel 2017) e si fa un baccano enorme. La TBC, che sta esplodendo dal 2015, ne fa oltre 300 e tutti tacciono. Perchè?”

Please follow and like us:
error

Conte vola da Xi per pregarlo di intervenire sullo spread italiano? Le mille parole e nessun fatto economico: il caso dell’inoptato in asta

Il premier Conte è volato a Pechino, ufficialmente per la BRI, Belt and Road Initiative, molto probabilmente per chiedere alla Cina di intervenire a favore dell’Italia per ridurre lo spread che volge ormai verso i 300 bps. Voi direte, lo spread italiano è ancora basso. Direi che dipende da come lo si guarda: infatti il differenziale con i tassi tedeschi va visto in relazione a quanto paga Atene, il paese fallito in EU (dove l’austerità ha causato una crisi umanitaria, ndr). Peccato che nessuno vi dica che ormai la Grecia paga poco più di 60 bps oltre l’Italia. Tempo qualche mese e il Belpaese, pronto per la troika, avrà superato lo Stato ellenico (di fatto fallito) come costo interessi ossia come spread, temo (sigh).

Leggi tutto “Conte vola da Xi per pregarlo di intervenire sullo spread italiano? Le mille parole e nessun fatto economico: il caso dell’inoptato in asta”

Please follow and like us:
error

La Cina non può più permettersi la Via della Seta: ed è una benedizione per il mondo

Ambrose Evans-Pritchard per The Telegraph

L’unica pecca nei piani di Xi Jinping per la conquista economica del mondo è che la Cina ha finito i soldi. Gli 8 trilioni di dollari della “Via della Seta” sono solo il titolo di un romanzo.

La “Belt and Road” – per come è conosciuta da quando i collegamenti marittimi si sono aggiunti al percorso originale della carovana di Marco Polo –  aveva un senso finanziario negli anni in cui la Cina generava grossi avanzi di Conto Corrente che, nel periodo 2004 : 2008, toccarono anche il 10% del PIL.

Leggi tutto “La Cina non può più permettersi la Via della Seta: ed è una benedizione per il mondo”
Please follow and like us:
error

Macron corteggia i Gilet Gialli parlando dei tagli fiscali, dell’immigrazione e delle minacce portate dall’”Islam Politico”

Tyler Durden per Zero Hedge

Giovedì scorso il Presidente francese Emmanuel Macron ha tenuto una delle sue rare conferenze stampa promettendo di tagliare le tasse e d’implementare altre riforme economiche, nel tentativo di ravvivare la sua presidenza – secondo quanto ha scritto il Financial Times.

Il discorso di Macron è stato di notevole ampiezza e ha coperto l’educazione, l’ambiente e altre cose, riconoscendo la minaccia di un “Islam Politico che vuol separarsi dalla nostra Repubblica”.

Leggi tutto “Macron corteggia i Gilet Gialli parlando dei tagli fiscali, dell’immigrazione e delle minacce portate dall’”Islam Politico””
Please follow and like us:
error

I Paesi che abbracciano la Cina lo fanno a loro rischio e pericolo

Intervento esclusivo del Sen. Marco Rubio su Breitbart

A livello internazionale la Cina sta facendo un gioco a somma zero che ha intenzione di vincere a tutti i costi.

Non sarà questo, ovviamente, il messaggio che il Presidente cinese Xi Jinping rivolgerà ai leader mondiali presenti al secondo “Belt and Road Initiative Forum” che si terrà questa settimana a Pechino, ma è questa la realtà.

Leggi tutto “I Paesi che abbracciano la Cina lo fanno a loro rischio e pericolo”
Please follow and like us:
error

Quattro fatti su Armando Siri. Vi chiedo, da leghista: voi davvero avreste candidato un soggetto del genere?

Or dunque, stiamo come sempre ai fatti. Secondo alcuni Armando Siri è il guru economico della Lega. Come ieri riportato da Maurizio Blondet era uomo Mediaset in Liguria. Costui è stato condannato in via definitiva per bancarotta fraudolenta. Un bancarottiere insomma, avendo lui stesso patteggiato una pena definitiva, poco meno di 2 anni.
Di seguito, va ricordato come il Siri millantasse una laurea falsa, che non aveva: un bugiardo insomma. Come Valeria Fedeli, del PD, vi ricordate?

Leggi tutto “Quattro fatti su Armando Siri. Vi chiedo, da leghista: voi davvero avreste candidato un soggetto del genere?”

Please follow and like us:
error